Resoconto Giornata di Studio “ADDITIVI ALIMENTARI NELLE PREPARAZIONI DI CARNI” 8 Ottobre 2014

In data mercoledì 8 ottobre 2014 si è tenuta a Milano, presso la sala Svevo del Grand Hotel Doria, una Giornata di Studio organizzata da Gruppo Scientifico Italiano Studi e Ricerche (GSISR) dal titolo “ADDITIVI ALIMENTARI NELLE PREPARAZIONI DI CARNI: IL REGOLAMENTO (UE) N. 601/2014 DELLA COMMISSIONE del 4 giugno 2014”.

Il Professor Frigerio, Presidente dell’Associazione, ha aperto la Giornata di Studio con un’introduzione sull’argomento e ha ringraziato i presenti.

La sessione mattutina è stata presieduta dalla Dott.ssa Serena Milesi (Food Consulting) ed è stata aperta con la relazione del Prof. Giancarlo Ruffo (Facoltà di Medicina Veterinaria alla Statale di Milano) il quale ha illustrato le novità del Regolamento che introduce una modifica agli allegati del Reg. (CE) n. 1333/2008 in materia di utilizzo di additivi nei prodotti alimentari di carne e nelle preparazioni di carni.

La successiva relazione è stata svolta dalla Dott.ssa Serena Milesi che ha puntualizzato le diverse definizioni di preparazioni di carni e prodotti a base di carne descrivendo i vari parametri che devono essere presi in considerazione e ha spiegato il principio di trasferimento alla luce della nuova normativa comunitaria.

Il Prof. Agostino Macrì (Ispezione degli alimenti di origine animale presso l’Università Campus Biomedico di Roma), con una relazione dal titolo Cosa c’è di nuovo in tavola, ha mostrato come si sia creata una confusione sull’utilizzo degli additivi tra i diversi Paesi UE dal momento che non v’è stata un’autorizzazione uniforme per tale uso. Ne è conseguito che a farne le spese sono stati alcuni prodotti tradizionali e per sanare la situazione è stato redatto un documento molto complesso che è andato incontro alle esigenze di produttori artigianali e industriali e alle abitudini alimentari dei cittadini.

Il Prof. Dario Buzzi (responsabile vendite prodotti freschi presso Esselunga) ha fatto notare come l’orientamento legislativo si sia rivolto chiaramente verso singoli prodotti esteri ricchi di additivi trascurando le preparazioni di carne tipiche della nostra tradizione culinaria. Il professore ha spiegato inoltre come sia stata favorita l’industria a scapito del piccolo macellaio e della catena di supermercati.

La sessione del mattino è stata conclusa dal Prof. Agostino Macrì che con la sua seconda relazione ha chiarito concetti come le dosi accettabili giornaliere relative agli additivi alimentari propri del Regolamento, il calcolo della dose priva di effetti, l’applicazione del fattore di sicurezza e il possibile problema esistente per additivi che possono essere utilizzati in più alimenti.

Il Dott. Luca Ballabio (Federcarni) ha aperto la sessione pomeridiana presieduta dal Prof. Agostino Macrì. Il dottore ha presentato il caso specifico dell’acido ascorbico e dei suoi derivati nelle preparazioni a base di carne e nelle preparazioni di carne fresca affermando che un impiego moderato tiene sotto controllo la carica microbica e stabilizza il naturale colore della carne attraverso il rallentamento dell’ossidazione della mioglobina.

La Giornata di Studio si è conclusa con la relazione del Prof. Carlo Cantoni (Consulente in materia di ispezione degli alimenti di origine animale) che ha messo in rilievo le diffuse falsità e le generali paure relative all’impiego di certi additivi come i nitrati, nitriti, solfiti, niacina, nicotinammide e monossido di carbonio.

L’interessante Giornata di Studio è stata apprezzata dai partecipanti per la validità scientifica delle argomentazioni proposte e per l’elevato profilo professionale dei relatori.

Il congresso scientifico ha ricevuto il patrocinio della Regione Lombardia (Assessorato alla Salute).

Lubna Ammoune

Federica Piemontese