16/02/2006 – Giornata di Studio – INQUINAMENTO ACUSTICO

INQUINAMENTO ACUSTICO
La Direttiva 2002/49/CE e il futuro

giovedì 16 febbraio 2006

Istituto Milanese Martinitt – Milano, Via Pitteri, 56

 
 

Ai fini della tutela della salute e dell’ambiente riveste particolare importanza la protezione della popolazione dall’inquinamento acustico.
La Direttiva 200/49/CE del Parlamento Europeo costituisce la base per sviluppare e completare l’attuale serie di misure comunitarie per le varie tipologie di sorgenti.
Entrato in vigore l’8 ottobre 2005, il decreto legislativo n. 194 del 19 agosto 2005 di recepimento di tale Direttiva comunitaria prevede, tra l’altro, la predisposizione di una mappa acustica strategica, l’introduzione di specifici piani di azione anti-rumore, l’utilizzo di descrittori acustici che ne quantificano l’inquinamento.

Scopo della Giornata di Studio odierna è quindi quello di fare il punto della situazione, analizzando la più attuale legislazione sull’inquinamento acustico, prendendo in esame concrete modalità operative, fornendo indicazioni da seguire e spunti di riflessione e confronto per predisporre le classificazioni acustiche, per mettere in atto campagne di monitoraggio, per elaborare le mappature e per avviare i piani di risanamento.

Sede del Seminario:
Istituto Milanese Martinitt
Via Pitteri 56 (tangenziale Est – uscita Rubattino)
Autobus 54 o 75 da Lambrate (MM2)

Programma

9.00-9.20 REGISTRAZIONE

9.20-9.30 APERTURA DEI LAVORI
Prof. ALBERTO FRIGERIO, GSISR, Milano

Presiede: Dott. GAETANO LICITRA, ARPAT Toscana, Pisa

QUADRO NORMATIVO

9.30-10.00 La Direttiva 2002/49/CE e il recepimento italiano
Ing. NAZARENO PENNA, Div. V, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, Roma

METODI DI RILEVAMENTO E VALUTAZIONE DELL’ESPOSIZIONE

10.00-10.30 Descrittori dell’inquinamento acustico: dalla legislazione vigente alla Direttiva 2002/49/CE
Dott. GIOVANNI BRAMBILLA, Istituto di Acustica “O.M. Corbino”, CNR, Roma

10.30-10.45 DISCUSSIONE
10.45-11.00 COFFEE BREAK

PIANIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI E GESTIONE DEL PROBLEMA RILEVATO

11.00-11.30 Linee guida per la classificazione acustica
Dott. MAURIZIO POLI, ARPA Emilia-Romagna, Reggio Emilia

11.30-12.00 Piani d’azione: dal monitoraggio all’avvio dei piani di risanamento
Dott. ANDREA POGGI, ARPAT Toscana, Firenze

12.00-12.30 Utilizzo dei modelli di previsione alla luce della nuova Direttiva
Dott. GAETANO LICITRA, ARPAT Toscana, Pisa

12.30-13.00 Procedure di vigilanza e controllo
Dott. DANIELE SEPULCRI, ARPAV Veneto, Venezia

13.00-13.15 DISCUSSIONE
13.15-14.00 PRANZO A BUFFET

Presiede: Prof. ROBERTO POMPOLI, Presidente Associazione Italiana di Acustica; Dip. di Ingegneria, Università degli Studi, Ferrara

ESPERIENZE

14.00-14.25 Zonizzazione acustica, regolamento di attuazione e piani comunali di risanamento
Dott. CLAUDIO VARALDI, ARPA Piemonte, Asti

14.25-14.50 Catasti emissioni
Dott. TOMMASO GABRIELI, ARPAV Veneto, Verona

14.50-15.15 Prevenire l’inquinamento acustico: i criteri tecnici per la predisposizione delle valutazioni di impatto e clima acustico e l’esperienza in Emilia-Romagna
Dott.ssa ANNA CALLEGARI, P.I. CLAUDIO ZANELLI, ARPA Emilia Romagna, Piacenza

15.15-15.40 Rete di monitoraggio in Sicilia
Arch. GIANTONIO LISCIANDRELLO, Ing. SALVATORE CALDARA, ARPA Sicilia, Palermo

15.40-16.05 Barriere antirumore: classificazione, certificazione, soluzioni innovative
Prof. Ing. FRANCESCO ASDRUBALI, Dip. Ingegeneria Industriale, Università degli Studi, Perugia

16.05-16.30 DISCUSSIONE E CONCLUSIONE