23/02/2005 – Settimana Ambiente – ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO

SETTIMANA AMBIENTE 2005

Giornata di Studio

ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO
Problematiche relative al D.Lgs 31/01 a un anno dal recepimento

mercoledì 23 febbraio 2005

Istituto Milanese Martinitt – Milano, Via Pitteri, 56

 
 

L’entrata in vigore nel dicembre 2003 del D.Lgs n. 31/2001 inerente le acque destinate al consumo umano propone non solo la modifica evidente dei parametri chimici e microbiologici cui deve conformarsi la qualità di tale “categoria” di acque, ma, assegnando alle Aziende-ASL una maggiore discrezionalità, fa emergere anche nuove modalità di controllo e differenti approcci a salvaguardia della tutela della salute.
Scopo della Giornata odierna è quindi quello di fare il punto della situazione, approfondendo le problematiche emerse dall’applicazione del D.Lgs 31/01, con la descrizione degli aspetti innovativi e l’individuazione dei possibili elementi di criticità, fornendo spunti di riflessione e confronto sulle procedure operative necessarie per ottemperare ai nuovi dettami legislativi. Inoltre si cercheranno di chiarire gli aspetti inerenti il campionamento e la determinazione dei parametri chimici e microbiologici.

Sede del Seminario:
Istituto Milanese Martinitt
Via Pitteri 56 (tangenziale Est – uscita Rubattino)
Autobus 54 o 75 da Lambrate (MM2)

Programma

9.00-9.20 REGISTRAZIONE

9.20-9.30 APERTURA DEI LAVORI
Prof. ALBERTO FRIGERIO, GSISR, Milano

Presiede: Dott. MASSIMO OTTAVIANI, Direttore Reparto IIgiene delle acque interne, Dipartimento Ambiente e Connessa Prevenzione Primaria, Istituto Superiore di Sanità, Roma

SESSIONE GENERALE

9.30-10.10 Stato di applicazione a un anno dal recepimento del D.Lgs 31/01
Dott. MASSIMO OTTAVIANI, Direttore Reparto IIgiene delle acque interne, Dipartimento Ambiente e Connessa Prevenzione Primaria, Istituto Superiore di Sanità, Roma

10.10-10.50 Attività, tecnologie di controllo e problematiche relative all’assicurazione della qualità delle acque destinate al consumo umano
Dott.ssa PATRIZIA RAGAZZO, Azienda Servizi Integrati (ASI), San Donà di Piave (VE)

10.50-11.10 DISCUSSIONE
11.10–11.30 COFFEE BREAK

ASPETTI TECNICI

11.30-12.00 Conseguenze sui processi di trattamento e sugli impianti di potabilizzazione
Prof. PAOLO BERBENNI, Dott. CESARE CRISTOFORETTI, Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Ambientale, Infrastrutture Viarie, Rilevamento (DIIAR), Politecnico di Milano

12.00-12.30 Il degrado della qualità delle acque dal contatore al rubinetto dell’utente
Prof. VINCENZO RIGANTI, Dipartimento di Chimica Generale, Università degli Studi, Pavia

12.30-12.45 SESSIONE POSTER

12.45–13.00 DISCUSSIONE
13.00–14.00 PRANZO A BUFFET

Presiede: Prof. VINCENZO RIGANTI, Dipartimento di Chimica Generale, Università degli Studi, Pavia

14.00-14.30 Controllo chimico: parametri e criticità
Dott. OSVALDO CONIO, Vicepresidente Fondazione AMGA, Genova

14.30-15.00 Controllo microbiologico: parametri e criticità
Dott.ssa LUCIA BONADONNA, Reparto Igiene delle acque interne, Dipartimento Ambiente e Connessa Prevenzione Primaria, Istituto Superiore di Sanità, Roma

15.00-15.20 DISCUSSIONE

15.20-15.50 Problematiche connesse alle metodologie analitiche e al significato del limite di parametro individuato dal D.Lgs 31/01
Dott.ssa PIERLUISA DELLAVEDOVA, Settore Risorse Idriche, ARPA Lombardia, Milano

15.50-16.20 Responsabilità, collaborazioni e rapporti fra Enti Istituzionali (ATO, ASL, Gestori) nell’attività di gestione e di controllo alla luce della nuova normativa
Dott.ssa DANILA TORTORICI, Servizio Sanità Pubblica, Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali, Regione Emilia-Romagna, Bologna

16.20-16.40 DISCUSSIONE E CONCLUSIONE