28/09/2005 – Giornata di Studio – IL RUOLO DELLA VEGETAZIONE NELLA MITIGAZIONE E NEL CONTROLLO DELL’INQUINAMENTO AMBIENTALE

IL RUOLO DELLA VEGETAZIONE
NELLA MITIGAZIONE E NEL CONTROLLO
DELL’INQUINAMENTO AMBIENTALE
Tecniche di bonifica, biomonitoraggio, tecnologie e casi studio

mercoledì 28 settembre 2005

Istituto Milanese Martinitt – Milano, Via Pitteri, 56

 
 

Sia il ripristino di zone degradate o contaminate sia le tecniche di biomonitoraggio attraverso la vegetazione hanno assunto negli ultimi anni un’importanza crescente.

L’urgenza di decontaminare vaste aree dettata da valutazioni di ordine ambientale e legislativo è, tuttavia, sostanzialmente rallentata dall’elevato costo delle tecniche di decontaminazione attualmente disponibili.
Per ovviare ad una situazione così difficile, la ricerca si è indirizzata verso lo sviluppo di alternative più economiche e rispettose dell’ambiente. Fra queste la fitorimediazione, ossia l’impiego di piante per la decontaminazione dei suoli, acque, fanghi ed atmosfera, rappresenta una tecnica nuova ed affidabile, caratterizzata da un rapido e continuo sviluppo della ricerca e con grosse potenzialità di mercato.

Scopo della Giornata di Studio odierna è quindi quello di fare il punto della situazione in materia di tecniche di monitoraggio e di bonifica ambientale mediante i vegetali, studiare la situazione legislativa attuale, fornire informazioni sulle nuove tecnologie utilizzate in questo campo e valutare casi pratici dove sono stati riscontrati numerosi vantaggi economici e ambientali.

Sede del Seminario:
Istituto Milanese Martinitt
Via Pitteri 56 (tangenziale Est – uscita Rubattino)
Autobus 54 o 75 da Lambrate (MM2)

Programma

9.00-9.20 REGISTRAZIONE

9.20-9.30 APERTURA DEI LAVORI
Prof. ALBERTO FRIGERIO, GSISR, Milano

SUOLI INQUINATI

Presiede: Dott.ssa FRANCESCA QUERCIA, Dipartimento Difesa del Suolo, APAT, Roma

9.30-10.00 La fitorimediazione come metodo di bonifica ambientalmente sostenibile: aspetti generali, diversi meccanismi, sistema suolo-piante
Dott. GIANNANTONIO PETRUZZELLI, Dott.ssa MERI BARBAFIERI, Istituto per lo Studio degli Ecosistemi (ISE), Sez. Chimica del Suolo, CNR, Pisa;
Ing. GIUSEPPE MARELLA, Ing. E. BARTOLUCCI, Dott. F. SACCOMANDI, Dott. F. BAGLIVO, Servizio Interdipartimentale per le Emergenze Ambientali, APAT, Roma

10.00-10.30 Tecniche di fitorimediazione per diminuire la concentrazione di metalli pesanti: descrizione del processo, applicabilità e limiti
Dott.ssa ELIANA TASSI, ISE-CNR, Pisa

10.30-11.00 Ripristino ecologico, biorimedio e biomitigazione: sviluppi futuri dell’uso delle piante
Dott. ANGELO MASSACCI, Istituto di Biologia Agro-ambientale e Forestale, CNR, Monterotondo (RM)

11.00-11.15 DISCUSSIONE
11.15-11.30 COFFEE BREAK

QUALITA’ DELL’ARIA

Presiede: Dott. VALERIO SILLI, Dipartimento Ambiente, APAT, Roma

11.30-12.00 Biomonitoraggio dell’inquinamento atmosferico in ambiente urbano
Prof. ROBERTO BARGAGLI, Dip. Scienze Ambientali, Università degli Studi, Siena

12.00-12.30 I licheni come bioaccumulatori e bioindicatori: caratteristiche, modificazioni morfologiche e funzionali, meccanismi di accumulo
Sign. MAURIZIO PEROTTI, CESI, Piacenza

12.30-13.00 Analisi della vitalità pollinica per il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico
Dott.ssa ELENA GOTTARDINI, Dip. Risorse Naturali e Ambientali, Istituto Agrario di San Michele all’Adige, Trento

13.00–13.15 DISCUSSIONE
13.15–14.15 PRANZO A BUFFET

ACQUE REFLUE

Presiede: Dott. VALERIO SILLI, Dipartimento Ambiente, APAT, Roma

14.15-15.00 Fitodepurazione: inquadramento generale, quadro normativo attuale, sistemi diversi, applicazioni e piante utilizzate
Dott.ssa PATRIZIA CASARINI, ARPA Lombardia, Dipartimento Provinciale, Pavia

15.00-15.30 Fitodepurazione e Water Reclamation
Applicazione del Sistema Integrato di Fitodepurazione (SIF) nel trattamento, recupero e riuso in sicurezza dei liquami civili e industriali: casi studio, aspetti tecnici, economici ed ambientali

Dott. MAURIZIO GIANNOTTI, Sistema Integrato di Fitodepurazione Srl, Viterbo

15.30-16.00 DISCUSSIONE E CONCLUSIONE