5/07/2007 – Giornata di Studio – IMPLEMENTAZIONE DELLA DIRETTIVA 2000/60/CE

IMPLEMENTAZIONE DELLA DIRETTIVA 2000/60/CE
Armonizzazione del sistema di classificazione e monitoraggio
dello stato ecologico delle acque

giovedì 5 luglio 2007

Istituto Milanese Martinitt – Milano, Via Pitteri, 56

 
 

La necessità di disporre di strumenti efficienti ed universalmente riconosciuti e la centralità degli organismi biologici (fauna macrobentonica, pesci, flora acquatica) nella definizione della qualità ecologica dei corpi idrici
è stata riconosciuta anche dalla Ue che, con una specifica direttiva
(2000/60/CE o WFD – Water Framework Directive), mira a definire chiaramente alcune metodologie standard
di valutazione ambientale. La Direttiva richiede inoltre la valutazione della qualità idromorfologica dei corpi idrici.
Il recepimento italiano della Direttiva è avvenuto solo con il decreto legislativo 152/2006 e ciò ha implicato
un forte ritardo nell’attuazione dei vari step previsti dalla direttiva, ad esempio l’obiettivo di arrivare
alla fine del 2006 all’armonizzazione del sistema di classificazione dello stato ecologico delle acque
secondo parametri comuni nell’Ue e all’attivazione della rete di monitoraggio per acque superficiali,
acque sotterranee e aree protette, non è stato rispettato.
In secondo luogo, si parla di incertezza in quanto le modalità applicative (metodi e strumenti) della direttiva
non sono state recepite in modo adeguato nel D.Lgs 152/2006 e non è stato ottimizzato tutto il patrimonio di lavoro fatto per il “vecchio” decreto 152/99.
In considerazione dell’evolversi della normativa, l’iniziativa, riunendo allo stesso tavolo importanti Enti istituzionali
di riferimento, si propone di esaminare la situazione italiana sui piani e programmi di intercalibrazione e
le problematiche relative al recepimento nel D.Lgs 152/2006, di fornire spunti di riflessione e confronto
su come soddisfare le richieste della Direttiva 2000/60.

Sede della Giornata di Studio:
Istituto Milanese Martinitt
Via Pitteri 56 (tangenziale Est – uscita Rubattino)
Autobus 54 o 75 da Lambrate (MM2)

Come raggiungere l’Istituto Milanese Martinitt

Hotel convenzionati

Programma

9.15-9.35 REGISTRAZIONE

9.35-9.45 APERTURA DEI LAVORI
Prof. ALBERTO FRIGERIO, Presidente GSISR, Milano

Presiede: Dott.ssa CATERINA SOLLAZZO, Dirigente Divisione I – Tutela delle acque, Direzione Generale per la qualità della vita, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Roma

9.45-10.15 Quadro normativo: linee generali, definizione degli obiettivi della qualità ecologica, piani e programmi europei di intercalibrazione: i lavori della Common Implementation Strategy (CIS) e linee guida
Dott. ANGELO SOLIMINI, Action 22002-European Ecological Water Quality Assessment and Intercalibration (EEWAI), Rural, Water and Ecosystem Resources Unit, Institute for Environment and Sustainability (IES), European Commission, Directorate-General Joint Research Centre, Ispra (VA)

10.15-10.45 Problematiche relative al recepimento della Direttiva 2000/60/CE in Italia: il ruolo delle agenzie ambientali
Ing. CARLO OTTAVI, Dott.ssa SERENA BERNABEI, Dipartimento Acque Interne e Marine, APAT, Roma

10.45-11.00 DISCUSSIONE
11.00-11.15 COFFEE BREAK

QUALITA’ IDROMORFOLOGICA E FISICO-CHIMICA: PROPOSTE DI ARMONIZZAZIONE E MONITORAGGIO

11.15-11.45 Valutazione delle condizioni di riferimento e aspetti idromorfologici per la WFD: introduzione e concetti generali
Dott. ANDREA BUFFAGNI, Dott.ssa STEFANIA ERBA, IRSA-CNR, Brugherio (MI)

11.45-12.15 Il monitoraggio delle sostanze chimiche nell’ambito della Direttiva Quadro 2000/60/CE
Dott. MARIO CARERE, Reparto Qualità degli ambienti acquatici e delle acque di balneazione, Dipartimento di Ambiente e connessa prevenzione primaria, ISS, Roma

12.15-12.30 DISCUSSIONE
12.30-13.30 PRANZO A BUFFET

Presiede: Dott.ssa CATERINA SOLLAZZO, Dirigente Divisione I – Tutela delle acque, Direzione Generale per la qualità della vita, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Roma

QUALITA’ BIOLOGICA: PROPOSTE DI ARMONIZZAZIONE E MONITORAGGIO

13.30-14.00 Metodi europei di biomonitoraggio dei corsi d’acqua tramite diatomee e applicazione della WFD
Prof.ssa FRANCESCA BONA, Laboratorio di Ecologia, Dipartimento di Biologia Animale e dell’Uomo, Università degli Studi, Torino

14.00-14.30 Le macrofite acquatiche per il monitoraggio dei corsi d’acqua. Applicazione della WFD
Dott.ssa MARIA RITA MINCIARDI, Sez. di Biologia Ambientale e Conservazione della Natura, Centro Ricerche ENEA Saluggia (VC)

14.30-15.00 Proposte per la valutazione delle comunità ittiche nell’applicazione della Direttiva 2000/60/CE in Italia
Dott. SERGIO ZERUNIAN, Centro Italiano Studi di Biologia Ambientale (CISBA), Reggio Emilia

15.00-15.30 Valutazione della qualità ecologica mediante i macroinvertebrati acquatici: quadro europeo e prospettive in ambito nazionale
Dott. ANDREA BUFFAGNI, Dott.ssa STEFANIA ERBA, IRSA-CNR, Brugherio (MI)

15.30-16.30 TAVOLA ROTONDA: COME SODDISFARE LE RICHIESTE DELLA DIRETTIVA 2000/60/CE

16.30-16.45 DISCUSSIONE E CONCLUSIONI