5/07/2006 – Giornata di Studio – BONIFICA DI ACQUE CONTAMINATE DA IDROCARBURI

BONIFICA DI ACQUE CONTAMINATE DA IDROCARBURI
ModalitĂ  di gestione e tecnologie d’intervento
mercoledì 5 luglio 2006Istituto Milanese Martinitt – Milano, Via Pitteri, 56
 
 La principale fonte di idrocarburi è attualmente il petrolio, da cui si ricavano per distillazione frazionata e successivi trattamenti; altre fonti importanti di idrocarburi sono il gas naturale (in prevalenza metano) e il carbon fossile.
Gli idrocarburi sono poi la materia prima di base dell’industria petrolchimica che li trasforma in una grande varietà di prodotti, principalmente carburanti, solventi e lubrificanti, oppure intermedi per la fabbricazione di numerosi prodotti di sintesi (materie plastiche, fibre, vernici, detergenti, ecc.).
Il largo impiego di idrocarburi porta alla loro dispersione nell’ambiente, con conseguenti problemi di controllo.
Scopo della Giornata di Studio odierna è quindi quello di fare il punto della situazione. Grazie alla presenza di illustri Autorità Istituzionali di riferimento e di Esperti del settore, verrà infatti analizzata la più attuale legislazione in materia di prevenzione e recupero di acque (sia superficiali, sia sotterranee e di falda, sia marine e costiere) contaminate da idrocarburi, si prenderanno in esame concrete modalità operative, approfondendo il progresso delle tecnologie di risanamento disponibili (tra di esse un ruolo di rilievo spetta sicuramente ai trattamenti di degradazione biologica), fornendo interessanti spunti di riflessione e confronto.

Sede della Giornata di Studio:
Istituto Milanese Martinitt
Via Pitteri 56 (tangenziale Est – uscita Rubattino)
Autobus 54 o 75 da Lambrate (MM2)

Come raggiungere l’Istituto Milanese Martinitt

Hotel convenzionati

Programma

9.00-9.30 REGISTRAZIONE

9.30-9.45 APERTURA DEI LAVORI
Prof. ALBERTO FRIGERIO, GSISR, Milano

Presiede: Dott. MARCO MAZZONI, CTN_AIM, ARPA Toscana, Firenze

QUADRO NORMATIVO

9.45-10.15 Quadro normativo
Dott. NICOLA DI NUZZO, Responsabile Ufficio Bonifica delle Aree Contaminate, UO Attività estrattive e di bonifica, Direzione Generale Qualità dell’Ambiente, Regione Lombardia, Milano

10.15-10.30 DISCUSSIONE
10.30-10.45 COFFEE BREAK

MODALITA’ DI GESTIONE E TECNICHE D’INTERVENTO

10.45-11.15 Organizzazione della Provincia di Milano e gestione degli interventi di bonifica dei corsi d’acqua inquinati da idrocarburi
Dott. RINALDO VENTURELLI, Responsabile Servizio Tecnico e Derivazioni Acque Superficiali, Settore Risorse Idriche e Cave, Direzione Centrale Risorse Ambientali, Provincia di Milano

11.15-11.45 Caratterizzazione idrogeologica di siti contaminati: l’approccio metodologico per una gestione in accordo con gli Enti Pubblici di controllo
Dott. GIANPAOLO DROLI, Studio Idrogeologico Geoeco, Udine

11.45-12.15 Le operazioni di “Oil Spill Response” nel contesto mediterraneo
Com.te SERGIO BOMBEN, Oil Pollution Response Manager, SNAMPROGETTI SpA, Fano (PU)

12.15-12.30 DISCUSSIONE
12.30-13.30 PRANZO A BUFFET

Presiede: Dott. MARCO MAZZONI, CTN_AIM, ARPA Toscana, Firenze

DALLA TEORIA ALLA PRATICA: CASI APPLICATIVI

13.30-14.00 Multi Phase Extraction (MPE): recupero multifase di idrocarburi petroliferi da acquiferi granulari e fratturati
Dott. RUDI RUGGERI, Direttore Tecnico, ENSR Italia srl, Milano

14.00-14.30 Carbodioxide Vacuum Stripping nel trattamento delle acque di falda
Ing. SERGIO BISIANI, Geokarst Engineering srl – Area Science Park, Trieste

14.30-15.00 Biorisanamento in situ di falde contaminate da solventi clorurati: dal laboratorio al campo
Prof. MARCO PETRANGELI PAPINI, Dip. di Chimica, Facoltà di SMFN, Università degli Studi “La Sapienza”, Roma

15.00-15.30 Tecniche di microfiltrazione applicate ad acque contaminate da IPA e BTEX: rimozione di naftalene
Ing. MASSIMILIANO PARO, Serena Ambiente srl, Belluno;
Dott.ssa HELGA BONACQUISTI, Ladurner Bonifiche srl, Lana (BZ)

15.30-16.00 Il progetto DEEPP: sviluppo di linee guida europee per una classificazione dei relitti potenzialmente inquinanti
Dott. LUIGI ALCARO, Dipartimento Prevenzione e Mitigazione degli Impatti, Istituto Centrale per la Ricerca Scientifica e Tecnologica applicata al Mare (ICRAM), Roma

16.00-16.30 DISCUSSIONE E CONCLUSIONI